Premi "Invio" per passare al contenuto

Notiziario regionale – 12 aprile/6 maggio

Abruzzo

  • Sospeso il progetto pilota selezionato dall’Abruzzo nell’ambito della linea A del Bando Borghi (Missione 1 Componente 3 Investimento 2.1) che vedeva vincitore il Comune di Calascio. Il Comune di Lama dei Peligni aveva sottoposto l’istanza cautelare il 25 aprile al TAR dell’Aquila, ritenendo che il procedimento che ha portato l’individuazione del borgo fosse viziato. Il TAR circa 24 ore dopo ha sospeso la DGR 136 e ogni provvedimento amministrativo e/o nota collegato adottato dall’ente regionale. Importante ricordare che il DL 77 stabilisce che in caso di vittoria al TAR da parte del ricorrente, egli non subentrerà nell’opera ma riceverà un indennizzo economico per equivalente

Campania

  • Piani urbani integrati: approvati tutti i progetti presentati dalla città metropolitana di Napoli, per un valore complessivo di 351 milioni di euro. Gli interventi includono la rigenerazione dei quartieri di edilizia residenziale pubblica, progetti di mobilità sostenibile, la costruzione strutturale e funzionale di progetti “a rete” di verde pubblico, interventi sugli spazi legati al benessere, alla cultura e allo sport.

Emilia-Romagna

  • È stata istituita la cabina di regia regionale per il PNRR all’interno del Patto per il Lavoro e per il Clima. Essa include le parti sociali, i rappresentanti degli enti locali e della Regione. La Cabina di regia ha l’obiettivo di gestire al meglio le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza, fornendo supporto sia agli Enti locali che alle componenti del sistema produttivo.
  • Le piccole e medie imprese dell’Emilia-Romagna possono presentare domanda per ottenere i contributi statali per la connettività a internet ultraveloce e la digitalizzazione del sistema fino ad esaurimento delle risorse. Hanno la precedenza le aziende che operano in montagna o nelle aree interne, che possono richiedere i contributi in via prioritaria fino al primo giugno.
  • Sono stati destinati 9,7 milioni di euro nell’ambito del programma di riordino territoriale 2021-2023 per rafforzare le capacità amministrative e organizzative delle Unioni di Comuni dell’Emilia-Romagna in modo da poter aumentare la capacità di gestione i fondi PNRR e gli altri fondi europei per la programmazione 2021-27. È possibile presentare domanda fino al 31 maggio.
  • Piani urbani integrati: finanziati progetti per 157 milioni nella città metropolitana di Bologna per conoscenza e ricerca. La città metropolitana riceve i finanziamenti per tutti i quattro macro-progetti che aveva candidato: la Città della Conoscenza a Bologna (106,6 milioni), il Polo dell’Osservanza a Imola (15,3 milioni), il centro di ricerca Enea Brasimone (11 milioni) ed Ex-Cartiera Burgo in Appennino (8,7 milioni)
  • Ecosistemi dell’innovazione: l’Emilia-Romagna si aggiudica il primo posto in graduatoria con un progetto che ambisce a convogliare sul territorio oltre 100 milioni di euro per sostenere la transizione ecologica del sistema economico e sociale regionale. Il progetto è stato presentato dall’Università di Bologna ma è frutto di un ampio partenariato tra tutte le università dell’Emilia-Romagna. I fondi resi disponibili dal MUR permetteranno l’avvio di un imponente programma regionale di trasferimento di tecnologie e conoscenza dal mondo dell’Università e della Ricerca a quello produttivo, in tutti gli ambiti della sostenibilità, entro il 2025.
  • Pronto il progetto di legge della Giunta Regionale che prevede che l’agenzia per lo sviluppo dei mercati telematici della Regione Emilia-Romagna (IntercentER) diventerà ufficio referente in materia di appalti pubblici per le attività legate al PNRR.
  • Il 5 maggio si è svolto un incontro fra Regione Emilia-Romagna, rappresentanti di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) Patto per il Lavoro e per il Clima. Il convegno ha evidenziato gli strumenti a disposizione di enti locali e imprese, che includono oltre alleopportunità finanziarie, sostegno, servizi e consulenza per la realizzazione delle infrastrutture e per le imprese anche opportunità in termini di equity venture capital.

Friuli-Venezia Giulia

Lazio

Liguria

  • È stato siglato un Protocollo che sancisce la costituzione di un tavolo permanente di confronto tra le parti sociali e i rappresentanti del Comune di Genova per il monitoraggio del PNRR, in modo che le scelte impattanti sul territorio siano condivise dagli amministratori e dalle rappresentanze sindacali.

Lombardia

  • Stanziati 150 milioni contro il rischio idrogeologico. Le risorse provengono per 74 milioni da fondi PNRR nell’ambito della Missione 2 componente 4 e finanzieranno 128 interventi; a questi si aggiungeranno i fondi stanziati dalla Regione per il Piano 2022. Gli interventi prevendono la mitigazione del rischio idraulico ed idrogeologico andando ad affrontare sia problemi strutturali, sia problemi più puntuali di carattere locale.
  • Sono stati approvati i primi schemi di convenzione tra Regione Lombardia e MIMS riferiti agli interventi sulla qualità dell’abitare. Sono atti che regolano l’attuazione dei programmi integrati di rigenerazione urbana approvati nell’ambito del Programma innovativo nazionale per la qualità urbana – PINQuA (Missione 5, Componente 2, Investimento 2.3)
  • La Regione Lombardia chiede una revisione dell’assegnazione delle risorse PNRR destinate all’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata (Missione 5 Componente 3 Investimento 2). La richiesta, che è stata recapitata al Governo, è stata motivata dalle profonde differenze tra i fondi PNRR destinate alle regioni meridionali rispetto a quelle settentrionali, nonostante questi beni siano presenti anche al Nord. Hanno condiviso e sottoscritto il documento anche la Regione Lazio e la Regione Toscana.
  • La Città Metropolitana di Milano ha pubblicato un bando per raccogliere progetti di interventi di riforestazione da parte dei Comuni delle otto zone omogenee di riferimento. L’iniziativa si inserisce all’interno della Missione 2, Componente 4, Investimento 3.1 “Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano” di titolarità del MITE e per cui saranno messi a disposizione 330 milioni di euro.

Piemonte

  • Il Governo approva e finanzia i 45 interventi presentati da Città Metropolitana di Torino sulla Missione 5 inclusione e coesione sociale. Oltre al piano da 113 milioni di euro riservato alla rete delle biblioteche comunali di Torino, è stato approvato quello di ambito metropolitano per complessivi 120 milioni di euro costruito direttamente da Città metropolitana attraverso un complesso processo di programmazione negoziata che ha 45 enti articolati in 5 ambiti territoriali: Carmagnola , Grugliasco, Ivrea, Pinerolo e la Valle di Susa
  • La Green Community pilota del Piemonte, Terre del Monviso, si sviluppa su un’area molto estesa, articolata per il 75% di Comuni montani e caratterizzata dalla presenza di aree protette. Il progetto comprende: un intervento di housing sociale, coniugando la natura turistica della montagna con un nuovo approccio di abitabilità; la riqualificazione edilizio-energetica di edifici pubblici; l’implementazione di una comunità energetica locale pubblico-privata e lo sviluppo di turismo sostenibile che coinvolga tutti i territori rurali della community.

Provincia Autonoma di Bolzano

  • La Giunta Provinciale ha approvato con deliberazione n°285 del 26 aprile l’’intesa contenente lo schema di Decreto riguardante il “Contratto istituzionale di Sviluppo” (CIS), dell’allegato POR e i relativi finanziamenti e allegati ai sensi della Missione 6 del PNRR.

Provincia Autonoma di Trento

  • È stato approvato dalla Giunta Provinciale il Piano operativo provinciale (Pop) con gli interventi riguardanti la missione 6 del PNRR per un valore pari a 68 milioni di euro.

Sardegna

  • È stato avviato il progetto per la realizzazione di 50 Case della Comunità, che saranno finanziate in parte da fondi PNRR e in parte da fondi regionali, per un totale di 76,6 milioni di euro. La programmazione regionale indica che saranno realizzate 10 Case della Comunità nell’area dell’Asl 1 di Sassari per circa 26,6 milioni di euro; 9 nell’Asl 2 di Olbia e 6 interventi nell’Asl 3 di Nuoro per 9,8 milioni. 1,7 milioni saranno destinati all’Asl 4, mentre all’Asl 5 andranno 4,5 milioni. Previsti 3 milioni di euro per l’Asl 6, dove si realizzeranno interventi in Sanluri e Lunamatrona; 3,8 milioni di euro sono invece collocati sul territorio dell’Asl 7 e saranno realizzati interventi a Iglesias e Carbonia. L’Asl 8 di Cagliari prevede la realizzazione di 15 case della comunità per una dotazione finanziaria pari a 19,1 milioni.
  • Pubblicata la deliberazione n°13/46 contenente le misure di accelerazione ed organizzative per l’attuazione degli interventi finanziati con il Decreto Ministeriale n. 517 del 16 dicembre 2021 recante “Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell’approvvigionamento idrico” (Missione 2 Componente 4 Investimento 2.1 e 4.1)

Sicilia

  • La città metropolitana di Palermo ha pubblicato il decreto n°95 del 22 aprile che stabilisce le i modalità di selezione delle proposte progettuali relative alla presentazione di proposte di intervento di forestazione urbana, periurbana ed extraurbana (Missione 2 Componente 4 Investimento 3.1).
  • È stata pubblicata la gara per la tratta Dittaino-Catenanuova nel contesto dello sviluppo della ferrovia Palermo-Catania-Messina, per un valore complessivo di 535 milioni di euro.

Toscana

  • Delineate le linee di investimento della Regione riguardo all’idrogeno e transizione energetica per la Regione Toscana: l’investimento stimato è pari a 200 milioni di euro su ottanta progetti presentati che coprono cinque linee di investimento. Un avviso pubblico raccoglierà le idee progettuali sull’idrogeno a valere sul PNRR e sugli altri fondi europei.
  • Il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato la legge che modifica la legge Marson che semplifica l’iter burocratico per l’approvazione delle varianti agli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica per i progetti legati al PNRR e al PNC.
  • La Giunta Regionale rende nota la delibera n.225 del 28 febbraio 2022 che conferma gli esiti del lavoro di programmazione degli interventi relativi alla Missione 6 Componenti 1 e 2 del PNRR.

Valle d’Aosta

  • La Giunta Regionale della Valle d’Aosta ha inviato al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali otto proposte intervento relative alla sottocomponente 1 “Servizi sociali, disabilità e marginalità sociale” della Missione 5 Componente 2 del PNRR. Alla regione sono stati assegnati 6,441 milioni di euro e andranno a finanziare interventi infrastrutturali, quali, ad esempio, servizi di co-housing per disabili e anziani, servizi di accoglienza temporanea e di accesso alla residenza anagrafica per le persone indigenti, il potenziamento dei servizi di assistenza domiciliare, dei servizi a sostegno delle famiglie più vulnerabili azioni a supporto degli operatori sociali.
  • La Regione ha espresso con una delibera della giunta di volersi costituire in giudizio davanti al TAR in merito del progetto pilota candidato dalla Regione sulla linea A del bando Borghi (Missione 1, Componente 3, Investimento 2,1), a seguito del ricorso presentato al Tribunale amministrativo dal Comune di Bard.

Veneto

  • La Giunta Regionale ha approvato con deliberazione n°368 del 3 aprile l’elenco dei soggetti attuatori delegati e le prime indicazioni operative e organizzative per l’attuazione della Missione 6 Componenti 1 e 2 del PNRR.
  • Approvato con delibera della Giunta Regionale del Veneto il documento di strategia condivisa per l’attuazione del “Progetto integrato per il potenziamento dell’attrattività turistica del Delta del Po”. L’Emilia-Romagna e gli Enti regionali del Parco Delta del Po hanno approvato il documento, che mira ad accrescere l’attrattività turistica e contribuire allo sviluppo delle aree del Parco del Delta del Po attraverso una serie di interventi sinergici che comprendono il potenziamento di tre elementi strategici: delle ciclabili, dell’offerta storico-culturale e museale attraverso l’infrastrutturazione dei cammini e delle ciclovie, e per terzo dei percorsi turistico-naturalistici ed escursionistici e del sistema di visita e di accoglienza.
  • La regione ha approvato in data 26 aprile una mozione indirizzata al Governo affinché il PNRR comprenda le risorse necessarie per sostenere la proroga del Superbonus 110% per tutto il 2023 e perché venga attuato un intervento legislativo che semplifichi le procedure per l’acceso dei cittadini alla misura.

Altre notizie di rilevanza regionale

  • Pubblicati bandi regionali per la tutela e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale. I bandi sono disponibili nella sezione “Recovery delle Regioni” di OReP.
  • Sottoscritto un Protocollo tra il Dipartimento per gli Affari Regionali e i Ministeri titolari di almeno un investimento del PNRR al fine di approvare 21 progetti bandiera, uno per ogni Regione e Provincia Autonoma, facilitare la loro realizzazione e monitorarne l’attuazione. Per saperne di più, si rimanda all’articolo.
  • In arrivo a fine aprile la prima tranche dei finanziamenti alle Regioni relativi al Programma GOL (Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori), appartenente alla Missione 5 Componente 1 del PNRR. I primi fondi serviranno per la formazione e all’aggiornamento delle competenze di disoccupati, inoccupati e inattivi. Per saperne di più, si rimanda all’articolo.