Premi "Invio" per passare al contenuto

Si riunisce oggi la prima Cabina di Regia del PNRR

Si terrà oggi la prima Cabina di Regia presieduta dal Presidente del Consiglio.

La Cabina di Regia, istituita dal Dl 77/2021 è l’organo più alto della governance del PNRR: monitora l’attuazione di tutto il piano e decide di attuare, in caso di necessità, i poteri sostitutivi. La Cabina di Regia si riunisce di volta in volta con i diversi ministri che lavorano all’attuazione di una specifica missione, a seconda dell’ordine del giorno; oggi è il turno della Missione 4 (istruzione e ricerca), con la presenza quindi dei ministri Bianchi e Messa.

L’obiettivo primario delle riunioni è verificare lo stato di attuazione dei singoli capitoli del Pnrr, con particolare attenzione per ora ai traguardi e agli obiettivi previsti per il 31 dicembre 2021 e a quelli del 30 giugno 2022, che hanno bisogno di una preparazione lunga, come bandi di gara, processi autorizzativi. Infatti, i fondi europei sono erogati in rate semestrali (dal secondo semestre del 2021 al secondo del 2026). Ogni semestre è caratterizzato da un numero di obiettivi e traguardi da raggiungere, propedeutici all’ottenimento dei fondi della rata successiva: sono le condizionalità del PNRR. Per il secondo semestre del 2021 ne sono previste 51.

In caso di non soddisfacimento da parte dell’Italia di un numero consistente di condizionalità previste per un qualunque semestre, il pagamento della rata prevista per finanziare gli interventi del semestre successivo verrebbe sospeso, per riprendere solo dopo che l’Italia avrà adottato le misure necessarie per garantire un conseguimento soddisfacente dei traguardi e degli obiettivi. In caso di inazione, dopo 18 mesi è prevista la possibilità di risolvere il contratto e disimpegnare l’importo del contributo finanziario, oltre alle restituzioni dei fondi ottenuti per quel semestre (per esempio, se l’Italia non soddisfacesse un numero consistente delle 51 condizionalità previste per il 2021, dovrebbe restituire i 25 miliardi ottenuti a luglio)

Sono 3 gli obiettivi e i traguardi che l’Europa ci richiede di raggiungere entro il 2021 per quanto concerne la Missione 4, oggetto della riunione della Cabina di Regia di oggi: la riforma del sistema di istruzione terziaria al fine di migliorare i risultati scolastici in materia di: a) lauree abilitanti; b) classi di laurea; c) riforma dei dottorati; l’entrata in vigore di decreti ministeriali di riforma delle borse di studio al fine di migliorare l’accesso all’istruzione terziaria; la modifica delle norme vigenti in materia di alloggi per studenti, con maggiore attenzione ai privati.

Inoltre, tramite la pubblicazione da parte del Governo sul sito Italia domani del quadro PNRR aggiornato al 30 settembre 2021, si è venuti a conoscenza dell’esistenza di obiettivi e traguardi a livello nazionale, utili a monitorare passo passo i movimenti del Piano, ma non considerati in sede europea per la decisione di erogazione dei fondi. Sommando i tre traguardi europei ai traguardi e obiettivi nazionali previsti dal Governo per la Missione 4, il numero sale a 16, tutti probabili oggetto della riunione della Cabina di Regia di oggi.

Si rimanda all’allegato a questo articolo per il dettaglio di tutti e 16 i traguardi e obiettivi.