Premi "Invio" per passare al contenuto

Decreto Direttoriale MISE sulle modalità e termini per la presentazione delle domande di agevolazione relative agli accordi per l’innovazione (1 miliardo/EUR – Missione 4, Componente 2, Fondo Complementare)

Sarò aperto l’11 maggio il primo di due sportelli da 500 milioni per le agevolazioni previste dalla riforma degli Accordi per l’innovazione (nel complesso, 1 miliardo del Fondo Complementare). La procedura di presentazione delle domande per il primo sportello è regolata da un decreto direttoriale MISE, non ancora pubblicato, ma anticipato dal Sole 24 Ore. A partire dal 19 aprile si potrà compilare la documentazione, sul sito https://fondocrescitasostenibile.mcc.it, mentre l’apertura formale dello sportello avverrà l’11 maggio. Le domande vanno presentate esclusivamente online, dalle 10 alle 18 tra il lunedì e il venerdì.

I progetti di ricerca ammissibili, che devono avere un importo di almeno 5 milioni e saranno accolti solo nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, quindi 500 milioni nella prima fase. Il 34% delle risorse è riservato alle regioni del Sud. Le agevolazioni statali supportano progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale che prevedano l’impiego di una tra sei specifiche tecnologie abilitanti fondamentali: materiali avanzati e

nanotecnologia; fotonica e micro/nano elettronica; sistemi avanzati di produzione; tecnologie delle scienze della vita; intelligenza artificiale; connessione e sicurezza digitale (qui per maggiori informazioni). Inoltre, le agevolazioni vengono concesse sulla base di una procedura valutativa negoziale e consistono in un contributo diretto alla spesa e, eventualmente, in un finanziamento agevolato alle imprese pari al massimo al 20% del progetto, nei limiti delle intensità di aiuto del 50% per la ricerca industriale e del 25% per lo sviluppo sperimentale. Le iniziative possono essere cofinanziate dalle regioni a patto che queste presentino una manifestazione di interesse per la sottoscrizione di un Accordo quadro da definire entro il 3 maggio.