Premi "Invio" per passare al contenuto

Nessuna modifica al PNRR. Possibile un affiancamento ad hoc sull’energia.

Nella giornata di ieri, 21 marzo 2022, in occasione della tappa di Venezia dei dialoghi sul PNRR, il Governo si è mostrato compatto sul tema “revisione del PNRR” lanciato più volte nei giorni scorsi dalle Regioni, dalle associazioni di categoria e dalla maggioranza, con in ultimo il segretario del PD Enrico Letta.

Quando, nel corso del pomeriggio veneziano, il tema è stato nuovamente posto dal Presidente Zaia e dal sindaco Brugnaro, i Ministri Franco, Messa e Brunetta hanno tutti dato la stessa risposta: i confini del piano italiano non si possono allargare o restringere, ma un concreto aiuto contro il caro dei materiali può arrivare dal dirottamento sul PNRR dei fondi di coesione.

Inoltre, si inizierà a giocare nel Consiglio europeo di giovedì e venerdì la partita del possibile affiancamento del PNRR con un intervento su misura dal punto di vista energetico. Si tratterebbe di un nuovo e secondo PNRR per far fronte alla crisi energetica, in modo tale che la stessa non comprometta l’attuazione del PNRR originale.