Premi "Invio" per passare al contenuto

Le ultime notizie dal MIMS: avviso per le reti idriche e dati sulle risorse territorializzate

La Conferenza Unificata del 20 dicembre ha approvato lo schema di decreto contenente l’avviso per accedere a 900 milioni di euro destinati al miglioramento delle reti idriche (M2C4, investimento 4.2). Il 40% delle (360 milioni) è destinato prioritariamente alle Regioni del Mezzogiorno. Le richieste di finanziamento dovranno essere presentate dagli Enti di Governo d’Ambito in due finestre temporali: entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’Avviso sulla Gazzetta Ufficiale (630 milioni) ed entro il 31 ottobre 2022 (270 milioni). Gli interventi finanziabili comprendono, tra gli altri, l’installazione di strumenti tecnologici per la misura delle portate, delle pressioni e dei livelli d’acqua nei serbatoi, la modellazione idraulica della rete, la pre-localizzazione delle perdite tramite metodi classici e innovativi, come radar, scansioni da satellite, interventi di manutenzione straordinaria, l’installazione di ‘contatori intelligenti’ per la misurazione dei volumi consumati dall’utenza.

Con questa intesa il MIMS ha definito gli atti di ripartizione e di assegnazione delle risorse per oltre 60,1 miliardi del PNRR e del Piano Complementare, un valore pari al 98% del totale di sua competenza (61,4 miliardi). Il MIMS ha pubblicato anche il dettaglio del riparto di tutte le risorse al momento territorializzate per Regioni e Province Autonome (25,6 miliardi), con possibilità di accedere ai dati specifici per ogni Regione italiana. Qui, ad esempio, i progetti previsti per Regione Lombardia. Per il dettaglio generale sugli interventi PNRR del MIMS si rimanda invece alla presentazione e alla relazione di sintesi pubblicata dal Ministero.

Le risorse che devono ancora essere assegnate ammontano a 1,2 miliardi e riguardano i progetti per la sperimentazione dell’idrogeno nel trasporto stradale e ferroviario (530 milioni), il monitoraggio tecnologico di ponti e viadotti su strade statali e autostrade (450 milioni) e la digitalizzazione dei sistemi di logistica (250 milioni). Le assegnazioni relative a tali progetti, di particolare complessità, avverranno nel corso del primo trimestre del 2022.