Premi "Invio" per passare al contenuto

In arrivo in Conferenza Stato Regioni il Decreto sul fascicolo sanitario elettronico: oggi il responso sul Dm 71 (Missione 6, Componente 2, Investimenti 1.3.1 & Missione 6, Componente 1, Riforma 1)

Il Sole 24 Ore di oggi anticipa l’arrivo in Conferenza Stato-Regioni del 28 aprile della bozza di decreto interministeriale Mef-Salute-Innovazione tecnologica sul fascicolo sanitario elettronico (Missione 6, Componente 2, Investimento 1.3.1). Il decreto stanzia 299 milioni per il potenziamento dell’infrastruttura digitale dei sistemi sanitari e 311 milioni per l’incremento delle competenze digitale degli operatori sanitari. Le risorse sono stanziate in tranche: dopo un primo piccolo anticipo per il 2022 il resto delle risorse sarà assegnato semestralmente da qui al 2026, in base a target da raggiungere: dall’inserimento di dati sanitari in via elettronica (come i referti o le lettere di dimissioni ospedaliere) al numero di accessi di medici e pediatri fino al ricorso al fascicolo sanitario da parte delle strutture sanitarie.

Oggi alle 14:00 la Conferenza Stato-Regioni si riunisce con un unico ordine del giorno: trovare l’intesa sulla riforma dell’assistenza territoriale, anche nota come Dm 71 (Missione 6, Componente 1, Riforma 1). Dopo la mancata intesa di un paio di settimane fa per la frenata della Campania, l’intenzione del Governo è di tirare avanti lo stesso, anche senza l’intesa delle Regioni, perché un altro slittamento potrebbe ritardare l’approvazione e quindi il traguardo di giugno 2022.