Premi "Invio" per passare al contenuto

Importanti novità per la sanità digitale e la telemedicina

Il Ministro per l’innovazione tecnologica nella sua informativa del 2 marzo in Conferenza Stato-Regioni ha illustrato il modello per lo sviluppo omogeneo della sanità on line.

Nelle slide consegnate in Conferenza e pubblicate da Quotidiano Sanità si ricorda come il PNRR investe circa 2,5 miliardi in sanità digitale. In particolare, 1,3 miliardi per creare un’infrastruttura dati (FSE) omogenea sul territorio nazionale e che raccolga tutta la storia clinica degli assisti e 1 miliardo per attivare la telemedicina, ovvero erogare servizi sanitari digitali sulla base dell’infrastruttura dati. A vigilare sarà come noto l’Agenzia per la Sanità Digitale in seno ad AGENAS per garantire omogeneità a livello nazionale e efficienza nell’attuazione delle politiche di prevenzione e nell’erogazione dei servizi sanitari.

Per quanto concerne la telemedicina, il ministro ha informato che le Regioni Puglia e Lombardia saranno quelle che nella prima fase affiancheranno la componente centrale nell’elaborazione e messa a gara delle soluzioni verticali PNRR di telemedicina. I fondi PNRR saranno erogati alle Regioni, le quali attiveranno servizi di telemedicina, anche sviluppando servizi aggiuntivi. Si rimane in attesa della gara, che verrà pubblicata a brevissimo da Agenas, per la selezione del privato che entrerà in partenariato con il governo per la realizzazione della piattaforma.