Premi "Invio" per passare al contenuto

Decreto MISE di ridefinizione delle procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni, previste dal decreto 24 maggio 2017, a favore dei progetti di ricerca e sviluppo realizzati nell’ambito degli accordi per l’innovazione (1 miliardo/EUR del Fondo Complementare)

È stato firmato dal Ministro Giorgetti ed è in corso di registrazione alla Corte dei Conti il decreto 31 dicembre 2021 che ridefinisce le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni, previste dal decreto 24 maggio 2017, a favore dei progetti di ricerca e sviluppo realizzati nell’ambito degli accordi per l’innovazione (1 miliardo/EUR del Fondo Complementare) sottoscritti dal Ministero con i soggetti proponenti e con le amministrazioni pubbliche eventualmente interessate. Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione che svolgono attività industriali, agroindustriali, artigiane e che presentano progetti, anche in forma congiunta tra loro, di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi, servizi o al notevole loro miglioramento tramite lo sviluppo delle tecnologie definite dal programma: “Orizzonte Europa”:

  • Tecnologie di fabbricazione
  • Tecnologie digitali fondamentali, comprese le tecnologie quantistiche
  • Tecnologie abilitanti emergenti
  • Materiali avanzati
  • Intelligenza artificiale e robotica
  • Industrie circolari
  • Industria pulita a basse emissioni di carbonio
  • Malattie rare e non trasmissibili
  • Impianti industriali nella transizione energetica
  • Competitività industriale nel settore dei trasporti
  • Mobilità e trasporti puliti, sicuri e accessibili
  • Mobilità intelligente
  • Stoccaggio dell’energia
  • Sistemi alimentari
  • Sistemi di bio-innovazione nella bioeconomia
  • Sistemi circolari

I progetti di ricerca e sviluppo devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni/EUR, avere una durata non superiore a 36 mesi ed essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni al MISE. È in uscita un provvedimento del direttore generale per l’istituzione dei due sportelli a cui sarà possibile presentare le domande, insieme alle modalità e ai documenti utili per la presentazione delle stesse.  Dall’uscita del provvedimento del direttore generale, sono previsti almeno 180 giorni per presentare le domande.  Per approfondire si rimanda alla pagina web dedicata sul sito del MISE.