Premi "Invio" per passare al contenuto

Recovery plan: prefinanziamento a chi arriva primo

Il Commissario europeo al Bilancio Johannes Hahn ha precisato oggi che gli Stati UE che presenteranno e si faranno approvare per primi i Piani nazionale di ripresa e resilienza potranno ricevere «il pre-finanziamento del Next Generation EU, pari al 13% dell’ ammontare che spetta a ogni Stato in luglio» e gli altri in una seconda tranche «a settembre». Il 13% del pre-finanziamento ammonta «a circa 45 miliardi di euro».

Il tutto se non ci saranno intoppi sulle ratifiche degli Stati , essenziali e obbligatorie per far partire il Recovery. Al momento mancano all’ appello dieci Paesi: Germania, Estonia, Polonia, Ungheria, Austria, Finlandia, Romania, Paesi Bassi, Irlanda e Lituania. Ma è la Germania a preoccupare di più, in attesa della sentenza della Corte costituzionale sul ricorso contro l’ aumento delle risorse proprie della Ue.