Premi "Invio" per passare al contenuto

Digitale: al via l’agenzia per la Cybersicurezza e le consultazioni con gli operatori per “Italia a 1 giga”

Nasce l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn). Sì dell’Aula della Camera al decreto-legge in materia di cybersicurezza. Il 13 agosto diventerà legge. Il provvedimento definisce l’architettura nazionale di cybersicurezza e istituisce l’Acn-agenzia per la cybersicurezza nazionale. La sicurezza cibernetica è uno degli interventi previsti dal PNRR e la cybersecurity è uno dei sette investimenti della digitalizzazione della Pa (620 milion). L’Acn, sotto l’alta direzione del Presidente del Consiglio, anche per il tramite dell’autorità delegata, coadiuvato dal Cic-comitato interministeriale per la cybersicurezza, diventa autorità nazionale di cybersecurity: deve assicurare un vero coordinamento delle iniziative, anche perché si era arrivati a 26 autorità competenti in materia. Il prossimo passo, secondo l’allegato alla proposta di esecuzione del consiglio, è previsto entro il quarto trimestre del 2022, quando dovrà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM contenente il regolamento interno dell’Agenzia.

Inoltre nella riunione di martedì il Comitato interministeriale per la transizione digitale (la Cabina di regia per il digitale) ha definito i principi del testo per l’investimento “Italia a 1 giga” da sottoporre ai commenti degli operatori attraverso la consultazione pubblica come richiesto dalla Commissione europea. Il piano (3,86 miliardi) punta a coprire con la banda ultralarga le cosiddette aree grigie (dove è presente solo un’unica rete privata) o prevista) e nere (almeno due reti private). Per quanto riguarda la tabella di marcia, la consultazione pubblica partirà in agosto, poi ci saranno la pre-notifica e la successiva notifica della misura di aiuto alla Commissione europea. Per arrivare all’avvio dei bandi tra fine anno o più probabilmente nel primo trimestre 2022, con aggiudicazione verso metà dell’anno. Tempi più lunghi invece sul piano “Italia 5G”: la chiusura della consultazione sulla mappatura degli investimenti, su richiesta degli operatori, è stata rinviata di circa un mese: dal 26 luglio al 31 agosto.